IL COMPLESSO MUNUMENTALE

La Fontana

Nel 1806 si propose di restaurare i più importanti monumenti cittadini. Su proposta del  governatore Louis de Beer, una volta sgomberata l'area antistante la chiesa di Santa Sofia, egli vi  fece costruire la fontana oggi esistente.

Progettata dall'architetto Nicola Colle De Vita, è costituita da una vasca circolare al cui centro si  erge un obelisco, sulla schiena di quattro leoni dalla cui bocca sgorga l'acqua. L'obelisco era  sormontato da un globo con sopra l'aquila imperiale, emblema della Francia napoleonica, in  bronzo. Alla facciata meridionale dell'obelisco si leggeva un'iscrizione,  Dopo il 1815, con l'avvento della Restaurazione, l'epigrafe fu poi raschiata via, anche se qualche  traccia si scorgeva ancora. All'aquila imperiale venne sostituito il triregno dei papi con le somme  chiavi e, successivamente, questo fu sostituito con lo stemma d'Italia.
Recenti lavori di risistemazione della piazza hanno lasciato sui lati della fontana due oblò in vetro  dai quali sono visibili le rovine sottostanti.

Joomla templates by a4joomla